Crea sito

T.AMATORIALE. BUONOPANE, UNA RIMONTA FAVOLOSA. CARNEVALE AMARO PER LA MERIDIANA

Buonopane Belmare

Non ci sono stati supplementari e rigori. Eppure la prima semifinale del Torneo Amatoriale, con protagoniste Buonopane Belmare e Serrara Meridiana, è sembrata infinita. Merito delle tante emozioni che le due compagini sono riuscite a regalare in un primaverile lunedì sera senza esclusione di colpi e sorprese. Innazitutto il risultato: vince il Buonopane,  prima finalista dell’edizione (mercoledì sera il confronto tra San Leonardo e Sant’Angelo svelerà la sfidante dei gialloverdi), e se il risultato non può rappresentare una sorpresa vista l’esperienza e la qualità della squadra di Migliaccio (sebbene il Serrara dopo aver vinto il girone della fase uno partisse leggermente favorito), clamorosa ed avvincente è stata la modalità con la quale la qualificazione è maturata: i gialloverdi rimontano un doppio svantaggio, passando dallo 0 – 2, con il quale si è chiuso il primo tempo, al 3 a 2. Mattatore della gara Attilio Carnevale, che dopo la rete messa a segno nei quarti, stavolta realizza una doppietta, celebrata con tanto di balletto negli spogliatoi.

La partita. Il primo tempo regala poche emozioni. Il Meridiana, privo di Isidoro Di Meglio e con Daniel Mazzella in avanti con Buonocore, ha in mano il pallino del gioco, ma fatica, complice la buona prestazione della retroguardia buonopanese, a creare pericoli negli ultimi metri. Almeno fino a quando non si accende la lampadina di Enrico Buonocore. Il “Pibe de Oro ischitano”, intorno alla metà del primo tempo, sblocca la gara con una gemma delle sue: dribbling ad eludere un avversario, tocco sotto per un pallonetto di gran bellezza sul quale Calise nulla può. C’è lo zampino di Buonocore anche nella seconda rete del Serrara: il 10 si guadagna un calcio di punizione (molto contestato dal Buonopane) trasformato in oro da Daniel Mazzella, nonostante la lunga distanza. Al riposo si va sul 2 a 0 per il Meridiana. La squadra di Di Costanzo, ad inizio ripresa, getta alle ortiche una clamorosa occasione per realizzare il terzo gol e forse chiudere definitivamente la contesa. Il “forse” è necessario, perchè con il Buonopane visto ieri mai dire mai. Dopo l’occasione fallita, il Meridiana gradualmente scompare dal campo, dove gran protagonista diviene la squadra di Migliaccio e Nicola Di Meglio. I gialloverdi si portano sul meno uno, grazie alla penetrazione centrale di Madonna. A metà ripresa, in appena un minuto, il mondo crolla addossa al Serrara: Buonocore lascia improvvisamente il campo (forse una incomprensione con qualche compagno?), costringendo mister Di Costanzo ad una repentina sostituzione, e, come se non bastasse, nella azione successiva il Buonopane pareggia. Sulla impeccabile punizione battuta dalla sinistra da Benito Farina, Carnevale, appostato sul secondo palo, è il più rapido di tutti per la deviazione vincente. Poco dopo il copione si ripete: stavolta la punizione di Farina è più centrale, ma poco cambia: Carnevale, a centro area, riceve e certifica la remuntada gialloverde. A questo punto il Meridiana tenta il tutto per tutto e spreca una ottima palla gol per il pareggio. Nei minuti finali c’ è tempo e spazio per due episodi da moviola: il Buonopane chiede il rigore per un intervento in area su Ciccarone, mentre, in pieno recupero, il Meridiana si vede annullare un gol per fuorigioco. Ma il risultato non cambia. Al triplice fischio, è festa Buonopane, con le urla di festa che dallo spogliatoio arrivano sin in tribuna. Il capolavoro gialloverde, figlio di un gruppo unito che ha fatto del suo essere squadra l’arma principale, anche nel momento di maggiore difficoltà, ha numerosi protagonisti. Da Egidio Fermo che, sul doppio svantaggio, ha predicato più volte calma ai suoi compagni, a Ciro Cenatiempo, per l’occasione anche masseur della squadra, a Vitale, Di Meglio e Ciccarone protagonisti di una gara di grande sacrificio. Ed ovviamente un’attenzione di riguardo va riservata ad Attilio Carnevale, match winner della sfida con i suoi due gol realizzati e autore, assieme ai compagni del pacchetto arretrato, di un’ottima prova sul piano difensivo. Chissà che il Torneo Amatoriale quest’anno non gli riservi una finale tutta in famiglia…

You may also like...